Excite

Scimmia nello spazio, gli animalisti protestano: "Esperimento inaccettabile"

  • Youtube

Ha scatenato la polemica degli animalisti di tutto il mondo l'esperimento con cui l'Iran ha lanciato una sonda nello spazio con una scimmia a bordo: il test ha funzionato alla perfezione, con il vettore che ha raggiunto la distanza prevista, 120-130 chilometri di altitudine, ed è ritornato a terra con l'animale ancora in vita.

Premio Hitler agli animalisti: la provocazione di Federfauna

Programmato per lo scorso maggio, il lancio del Kavoshgar 5 con la scimmia a bordo era stato poi rinviato: nei mesi successivi il primate è stato addestrato ad affrontare il viaggio nello spazio, considerato un test in vista di un lancio di astronauti iraniani in cinque-otto anni. L'animale è stato scelto dagli sperimentatori dell'Agenzia spaziale iraniana perchè la fisiologia della scimmia è molto simile a quella degli esseri umani.

L'iniziativa ha messo in allarme gli osservatori internazionali per il sospetto che i vettori possano essere utilizzati per montare testate nucleari, ma nell'immediato ha provocato soprattutto la reazione delle associazioni animaliste. Le immagini della scimmia ingabbiata e costretta all'immobilità, prima che fosse rinchiusa nella capsula sigillata, hanno fatto il giro del mondo e l'arbitrarietà con cui si è scelto di disporre di un animale per un esperimento rischioso come questo ha scatenato molte polemiche.

Il presidente dell’Associazione nazionale medici veterinari italiani, Marco Melosi ha criticato duramente il lancio nello spazio: "Un esperimento inutile, anche perchè di scimmie nello spazio ne sono già state spedite altre in passato e si sa perfettamente, grazie agli approfonditi studi che ne sono conseguiti, qual è la reazione di questi animali. Il presidente dell'Anmvi ha spiegato che il fatto che la scimmia sia sopravvissuta non vuol dire che non abbia accusato le conseguenze del lancio: "ci sono già stati esperimenti in cui, successivamente, le scimmie sono morte. Sicuramente, dunque, questo tipo di ‘prova’ ha conseguenze negative sui loro organismi (...) Credo che sia finito il tempo di usare animali a scopi come questo".

La responsabile della Lega Anti Vivisezione Michela Kuan ha definito il caso come "l’ennesimo abuso su animali inutile, inammissibile e anacronistico (...) eticamente inaccettabile e scientificamente fuorviante". Peraltro, le stesse conclusioni tratte dallo studio del primate nello spazio, secondo la Lav, non sono nemmeno attendibili se applicate a specie differenti e dunque anche all'essere umano, perchè troppe sono le differenze tra l'apparato muscolo-scheletrico delle diverse specie. Per non parlare della crudeltà di "costringere animali vivi, privati di qualsiasi esigenza fisica e ambientale della specie (...) in minuscole gabbie e sottoporli ad alimentazione forzata ed assenza di gravità" a soli fini sperimentali.

La scimmia lanciata nello spazio dall'Iran

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017