Excite

Sciopero 16 novembre 2012, tutte le informazioni per Roma, Milano e Napoli

  • Getty Images

La giornata di mobilitazione generale prevista per venerdì 16 novermbre 2012 è stata revocata: lo sciopero nazionale del trasporto pubblico locale, indetto da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl-Trasporti, Faisa-Cisal, Fast-Confsal è rimandato al 14 dicembre 2012.

L'annuncio della revoca dello sciopero è arrivato dal vice ministro Michel Martone, che la scorsa settimana ha presieduto un confronto presso il ministero del Lavoro per esaminare le questioni legate al settore trasporti e al rinnovo del contratto nazionale di lavoro. L'intesa raggiunta con le forze sindacali e le associazioni datoriali è stata confermata da una nota ufficiale del dicastero: "Il confronto ha consentito di differire lo sciopero del settore già convocato dalle organizzazioni sindacali per il prossimo 16 novembre, alla luce della disponibilità del Governo di instaurare un tavolo con le parti datoriali e sindacali per approfondire e analizzare le diverse problematiche che interessano il trasporto pubblico locale".

Del contratto nazionale si continuerà a parlare nel tavolo fissato presso il Ministero del Lavoro per il 19 novembre, visto che nell'incontro presieduto da Martone "si è avviato un percorso che il Governo si augura porti al rinnovo del CCNL e più in generale al rilancio del settore del trasporto pubblico locale".

La conferma della revoca della mobilitazione nazionale in programma il 16 novembre, che avrebbe investito il settore del trasporto pubblico locale, è arrivata anche dal presidente dell'Autorità di Garanzia per gli scioperi Roberto Alesse che ha dichiarato di aver accolto "con soddisfazione" la decisione di ritirare lo sciopero. "Da mesi l'Autorità sta lavorando alle parti sociali, al fine di individuare soluzioni responsabili, che conducano al rinnovo del contratto collettivo di lavoro, scaduto da oltre cinque anni" ha dichiarato Alessi, invitando le Aziende e i Sindacati ad abbandonare strategie e tatticismi in vista dell'obiettivo di rinnovare il contratto.

In attesa di ulteriori sviluppi del tavolo di confronto al Ministero, che potrebbe portare alla risoluzione della vertenza, le segreterie nazionali dei sindacati hanno comunicato la scelta di rimandare al 14 dicembre 2012 lo sciopero nazionale di 24 ore: rimangono valide le modalità già stabilite per lo stop del trasporto pubblico, ovvero lo sciopero di bus, metro e tram senza fasce di garanzia, e la manifestazione nazionale prevista a Roma.

Dunque trasporto pubblico regolare in tutta Italia nella giornata di venerdì 16 novembre. Se Roma, Milano, Napoli e tutte le altre città tirano un sospito di sollievo, fa eccezione invece la sola Torino, dove nella stessa giornata resta programmato lo sciopero aziendale di 4 ore per il settore ferroviario, proclamato dalle Organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti, e quello proclamato da Usb – Settore Privato, della stessa durata. Il comune di Torino fa sapere che non sarà possibile garantire il servizio nelle seguenti fasce orarie (con garanzia di completamento delle corse in partenza entro l’orario di inizio degli scioperi):

- Servizio urbano e suburbano della Città di Torino (esclusa la linea 19): dalle ore 18.30 alle ore 22.30

- Metropolitana: dalle ore 18.30 alle ore 22.30

- Autolinee extraurbane e linea 19 del servizio urbano della Città di Torino: dalle ore 17.30 alle ore 21.30

- Ferrovie Canavesana e Torino-Ceres: dalle ore 17.30 alle ore 21.30.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017