Excite

Sciopero 29-30 novembre 2012, aggiornamenti per Roma, Napoli, Milano

  • Getty Images

La due giorni di agitazioni indetta dalla Confederazione Unitaria di Base (CUB) per giovedì e venerdì 29 e 30 novembre è confermata, seppure con alcune variazioni rispetto a quanto inizialmente comunicato. L'Autorità per la garanzia negli scioperi, infatti, a causa del "mancato rispetto della regola della rarefazione" e "del mancato rispetto della regola delle concomitanze", ha invitato CUB a escludere dalla protesta il personale interessato dalle "astensioni precedentemente proclamate", ovvero quelle del 5 e del 14 dicembre, rispettivamente per il comparto portuale e per quello del trasporto pubblico locale. Dunque solo alcune zone sul territorio saranno interessate dallo sciopero.

Nel dettaglio, a Roma giovedì 29 novembre i mezzi del trasporto pubblico circoleranno regolarmente, dal momento che l'Agenzia della mobilità aveva già garantito il servizio per la concomitante presenza della manifestazione dei lavoratori dell'Ilva (poi annullata). L'Atac ha però annunciato l'adesione allo sciopero del 3 dicembre indetto dalla sigla Sul. Nella Capitale incroceranno invece le braccia gli operatori della mobilità negli uffici, gli ausiliari del traffico e gli addetti ai parcheggi di scambio, mentre dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio sciopereranno i controllori e rimarranno chiuse le biglietterie.

A Milano previsto blocco di tram, autobus e metro dell'Atm dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 al termine delle corse, con l'eccezione però della linea 924 (Segrate-Lambrate FS) e della linea 121 (San Giuliano Milanese-San Donato), che riprenderanno regolarmente servizio a partire dalle ore 21. Nella provincia di Monza-Brianza e Varese garantite le fasce 5.30-8.30, 15.00-18.00 e 22.00-termine corse per il servizio urbano, mentre per quello extra-urbano vi è un'ulteriore estensione con la fascia 21-00.00.

Nel capoluogo lombardo c'è anche preoccupazione per la manifestazione annunciata dal Centro Sociale Cantiere e del Collettivo Lambretta: gli antagonisti hanno infatti avvisato la Procura della partenza del loro corteo alle ore 9.30 da largo Cairoli per raggiungere l'Ata Hotel Executive di viale don Luigi Sturzo, a Porta Garibaldi, dove è atteso il ministro Profumo per un incontro con gli imprenditori e forse anche una delegazione di studenti. Possibili dunque ulteriori disagi al traffico.

Venerdì 30 novembre confermato invece lo sciopero dei treni fino alle 21 (a partire dalle 21 di giovedì), anche se Ferrovie dello Stato ha garantito che non vi saranno particolari ripercussioni e che saranno osservate le fasce protette, dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21. Per l'intera giornata, inoltre, disagi nel traffico aereo e voli a rischio, così come i collegamenti marittimi con le isole maggiori (fino alle 8 del 1 dicembre), dove però fa eccezione la Campania, e quelli con le isole minori (solo per la giornata del 30).

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017