Excite

Venerdì nero per i trasporti, il 6 maggio sciopero generale

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione della festa dei lavoratori ha auspicato un'unione tra i sindacati, affinché possano combattere, su un fronte comune, per il diritto al lavoro. Parole che sono state applaudite da più parti, ma venerdì 6 maggio 2011 sarà solo la CGIL a scendere in piazza per lo Sciopero Generale.

Le motivazioni della mobilitazione si leggono sul sito del sindacato: 'Per il lavoro, lo sviluppo, per riconquistare un modello contrattuale unitario e battere la pratica degli accordi separati, per definire le regole della democrazia e della rappresentanza, riassorbire la disoccupazione, contrastare il precariato, estendere le protezioni sociali e ridare fiducia ai giovani'.

Molte saranno le manifestazioni in tutta Italia, a cui i lavoratori potranno partecipare. Il segretario generale della CGIL, Susanna Camusso, sarà a Napoli, in un comizio a Piazza Dante, mentre a Bologna i manifestanti si troveranno a piazza Azzarita e a porta San Felice, ad aprire il corteo saranno i lavoratori della Verlicchi di Zola Predosa. Altri incontri e dibattiti sono previsti a Torino, Bari, Siracusa, Modena, Brescia, Genova e Sassari.

Un venerdì nero anche per i trasporti in tutta Italia, ogni città e ogni settore si asterrà dal lavoro per circa 4 ore con modalità diversa. Il trasporto aereo, piloti, assistenti di volo e personale di terra sciopereranno dalle 10 alle 14, mentre dalle 14 alle 18 si fermerà il trasporto ferroviario. Bus, metro, tram seguiranno uno stop a seconda della località, saranno comunque garantite le fasce di garanzia.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017