Excite

Pigneto, la scritta che ricorda quella di Auschwitz

All'ingresso del lager di Auschwitz campeggia l'insegna 'Arbeit macht frei', 'Il lavoro rende liberi'. E ieri mattina un'insegna con la stessa frase, scritta però in inglese, 'Work will make you free', è apparsa nel quartiere Pigneto a Roma. Un'insegna lunga quattro metri, con ogni lettera alta 30 centimetri, realizzata con la stessa grafica e con lo stesso materiale di quella del campo di concentramento.

L'insegna, posta sul ponticello pedonale che collega la Circonvallazione Casilina al quartiere Pigneto in segno di protesta contro i morti sul lavoro, è stata rimossa dopo l'intervento degli agenti della Digos.

Molti hanno parlato di 'geniale provocazione', ma c'è anche chi non ha apprezzato l'iniziativa. Come una attivista di Sel, secondo la quale è una scritta di cattivo gusto. Condanna, poi, dal mondo politico. La governatrice del Lazio Renata Polverini ha parlato di 'gesto odioso e gravissimo' e ha affermato: 'Mi auguro che i responsabili siano quanto prima individuati. Quell'insegna è un'offesa a quanti hanno vissuto l'orrore di Auschwitz'.

Il sindaco di Roma Gianni Alemanno ha detto: 'E' impressionante quello che è avvenuto. Che ci siano dei pazzi scellerati che mettono in atto questa provocazione così grave saldando una scritta che richiama quella del campo di Auschwitz, è una cosa infame'.

Per il capogruppo del Pd alla Camera Dario Franceschini, infine, si è trattato di 'una cosa disgustosa, uno sfregio ai deportati nei campi di sterminio'.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017