Excite

Sepolto vivo sotto la neve per 2 mesi

  • mumbaimirror.com

Sopravvivere sotto la neve, bloccati dentro ad un'automobile, per due lunghissimi mesi, si può. Una storia che ha dell'incredibile quella raccontata da Peter Skyllberg, 44 anni, ritrovato visibilmente provato e debolissimo, che tra un sospiro e l'altro è riuscito a spiegare di essersi salvato grazie alla neve, di cui si è nutrito per tutto il periodo della sepoltura.

Era il 19 dicembre quando l'uomo è stato bloccato da una fortissima tempesta di neve che si stava abbattendo sulla Svezia, vicino alla città di Umea, nel centro-nord del Paese, dove si registrano temperature di -30 gradi. I pareri degli studiosi sono discordanti, secondo alcuni infatti l'uomo si sarebbe salvato forse grazie all'effetto igloo creato dall'aria attorno alla vettura ricoperta dallo spesso strato di neve ma c'è chi sostiene che l'uomo potrebbe essere sopravvissuto così a lungo perchè è entrato in una sorta di stato di ibernazione.

Un uomo che passava in quella zona è stato attratto dal riflesso del sole su uno specchietto dell'auto ed ha fatto scattare immediatamente le operazioni di soccorso. "L'aumento della temperatura di questi ultimi giorni - ha spiegato - aveva fatto sciogliere parte della neve che copriva la macchina, mettendo a nudo uno specchio. Mi sono avvicinato e ho notato che c’era una persona sdraiata sul sedile posteriore. Credevo fosse morto, ma quando sono riuscito a liberare con la pala e ad aprire una portiera, ho visto che respirava".

Skyllberg è stato ricoverato all'ospedale universitario di Umea dove i medici riferiscono si trovi in buone condizioni, nonostante le pesanti sofferenze sopportate.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017