Excite

Sequestro Andrea Calevo, l'appello disperato della sorella: "Diteci come sta"

  • tg24.sky.it

Sono passati undici giorni dal rapimento di Andrea Calevo, l'imprenditore edile sequestrato al termine di una rapina nella sua villa di Lerici (La Spezia). Da allora gli investigatori hanno setacciato fiumi e boschi alla ricerca del suo corpo, hanno seguito piste indirizzate verso l'Europa dell'Est sulle tracce dei sequestratori, si è parlato di contatti tra i malviventi e la famiglia, ma senza una precisa richiesta di riscatto.

Laura Calevo, l'appello ai sequestratori del fratello: "Dobbiamo sapere se è vivo". Guarda il video

Per i familiari di Andrea Calevo è stato un Natale di attesa, segnato da qualche prudente barlume di speranza: "Gli investigatori stanno sentendo in queste ore alcune persone, alcune delle quali informate dei fatti. I tasselli stanno andando al loro posto e non escludo - ha dichiarato il capo della dda genovese Michele Di Lecce - novità a breve ma per adesso il silenzio è necessario". Nella giornata di Santo Stefano, la sorella di Andrea Calevo ha deciso di lanciare un appello ai sequestratori affinchè si facciano vivi.

Andrea Calevo, imprenditore rapito a Lerici: le foto

Fuori dalla villa teatro della rapina, Laura Calevo ha registrato un messaggio accorato, rivolgendosi in lacrime ai malviventi e allo stesso Andrea per dirgli di resistere: "Abbiamo bisogno in questo momento di sapere come sta Andrea, se è vivo e per avere la serenità abbiamo bisogno di saperlo. Questa è la preghiera che facciamo. Ad Andrea voglio dire di non avere paura, di essere coraggioso e qui siamo in tanti ad aspettarti".

Andrea Calevo: sequestro a scopo di estorsione?

Laura Calevo ha voluto ringraziare tutta la comunità di Lerici che si è stretta intorno alla sua famiglia, ad esempio attraverso la fiaccolata organizzata ad Arcola per chidere la liberazione dell'imprenditore: "Volevo ringraziare tutti di cuore per la vicinanza dimostrata in questi giorni veramente difficili. Abbiamo avuto una solidarietà straordinaria. Ci sono state le fiaccolate. Siamo qui da tanti giorni, abbiamo sentito la voce dei nostri amici. Questo è un momento difficile e doloroso per noi perché non abbiamo notizie sulla sua salute".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017