Excite

Sharm el Sheikh, turista tedesca uccisa da uno squalo

E' allarme a Sharm el Sheikh. Ieri mattina nelle acque della nota località balneare del Mar Rosso una turista tedesca di 70 anni è stata uccisa da uno squalo mentre stava nuotando vicino alla riva. Lo squalo le ha staccato un braccio e, secondo quanto riferito da funzionari della sicurezza egiziana, a quel punto per l'anziana signora non c'è stato più nulla da fare. La donna è morta per le gravi ferite.

Nei giorni scorso tre turisti russi e un ucraino erano stati morsi da squali bianchi. In seguito a questi fatti le autorità avevano raccomandato ai turisti di evitare di nuotare in mare. Il ministero dell'Interno giovedì scorso aveva annunciato la cattura di due squali sospettati di essere i responsabili degli attacchi ai turisti. Così le spiagge, che erano stata chiuse in misura precauzionale per evitare altri incidenti, sono state riaperte sabato.

Ora tutte le siagge di Sharm el-Sheikh sono state nuovamente chiuse. A quanto pare, almeno al momento, non si è verificato il 'fuggi fuggi' dalla località, ma si temono disdette per le feste natalizie e di fine anno. Nel frattempo la rete consolare italiana in Egitto ha diramato un avviso a tutti i tour operator che operano a Sharm el Sheik e nel vicino parco marino di Ras Mohamed sollecitandoli ad allertare tutti i turisti italiani a non andare in acqua.

Secondo gli esperti è necessario capire il fenomeno. L'avvicinamento anomalo alla costa dei predatori del mare potrebbe essere dovuto all'impoverimento della fauna marina, a causa anche della pesca clandestina, o al fatto che a novembre, durante la festa del Sacrificio, sono stati gettate in mare centinaia di carcasse di animali.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017