Excite

Silvia Chizio, modella denuncia violenza su Facebook come la Millacci: ex marito annuncia querela

  • Getty Images

Anche in questo caso reati e colpe sono tutti da accertare, ma sta facendo discutere il caso di Silvia Chizio, la top model trevigiana che ha denunciato presunte violenze subite dal marito e padre di sua figlia su Facebook, proprio come ha fatto qualche settimana fa Anna Laura Millacci, compagna del cantautore Massimo De Cataldo.

Massimo Di Cataldo-Anna Laura Millacci: una foto su Oggi smentisce le accuse della donna?

Anche Silvia Chizio, miss trentenne, ha denunciato pubblicamente sul social network il marito con alcuni post durissimi, che raccontano la sua vita in un clima di terrore sfociato in diversi episodi di violenza. La modella, che ha calcato la passerella di Miss Italia nel 2007, ha raccontato così la sua vita matrimoniale fatta di continue angherie e violenze: "Ero sposata, incinta di sei mesi con una gravidanza a rischio quando è successo la prima volta. Stanca dei suoi viaggi di piacere in Russia e della mia solitudine quotidiana ho detto basta. Per questo sono stata ferocemente picchiata e presa a calci". Autore delle violenze, il marito imprenditore, oggi quarantenne. I due si sono poi separati.

Anna Laura Millacci picchiata da Massimo Di Cataldo, le foto shock su Facebook

Dopo il ricovero in ospedale seguito alle percosse, è partita in automatico la querela per lesioni gravi, ma sarebbe stata la stessa modella a fare un passo indietro smentendo le accuse rivolte al marito: "Per paura ho ritrattato tutto. Lui prometteva di farsi curare, di cambiare, ma questo è stato solo il primo episodio di una lunga serie di violenze. Fortunatamente Alice è nata e le percosse subite non hanno causato un aborto.". Il più classico degli scenari di violenza domestica sulle donne, quindi, che la modella ha scelto di denunciare pubblicamente su Facebook affinchè tutti sapessero che persona è il suo ex marito: "Oggi questa persona infelice continua a volermi rovinare la vita. Vuole togliermi il sorriso, con i suoi soldi vuole togliermi ció che ho di più caro al mondo. Mia figlia! Io voglio dire basta. E non mi importa se faró, come dice lui a mia madre, la fine della ragazza uccisa a Montebelluna. Basta a questa vergogna!!! Tutti ora devono sepere cosa ho vissuto!".

Come nel caso di Anna Laura Millacci, anche per la Chizio le reazioni e i comenti alla denuncia sono stati contrastanti: tantissime manifestazioni di solidarietà ed affetto, la condanna senza appello delle presunte violenze subite, ma anche qualche dubbio sulle modalità scelte per rendere pubblica la vicenda e sull'idoneità di uno strumento come Facebook in luogo della sola denuncia formale alle autorità di sicurezza. E mentre la denuncia di Laura Millacci a Di Cataldo è sfociata in un'inchiesta della Procura di Roma che indaga sulle percosse che le avrebbero procurato un aborto, anche questa storia si avvia a finire in tribunale.

L'ex marito della Chizio, infatti, ha respinto le accuse e ha fatto sapere attraverso il suo avvocato che è pronto a sporgere querela: "Questa reazione è fatta solo per screditare la figura del mio cliente – ha dichiarato l’avvocato Paola Tavani intervistata dal Gazzettino Nordest - che si riserva di valutare se vi sono estremi penali nelle dichiarazioni pubblicate su Facebook dalla signora Chizio". Dopo le dichiarazioni dell'avvocato dell'ex, la Chizio ha ulteriormente precisato la sua posizione sul social network, spiegando che si è trattato di uno "sfogo personale dettato dalla frustrazione e dalla stanchezza", ma che è intenzionata a far valere i suoi diritti di donna e di madre davanti alla giustizia.

Silvia Chizio ha anche aggiunto che a spingerla a parlare della sua storia pubblicamente non è stata la ricerca della popolarità, ma la paura che il marito provasse a sottrarle la bambina: "Sicuramente sono stata ingenua ad utilizzare facebook per esprimere il dolore del mio vissuto perchè non conoscevo la portata mediatica di questo mezzo. Ci tengo a dire comunque che a darmi la forza di raccontare il mio passato è stata appunto la minaccia di perdere mia figlia". Oggi, racconta la Chizio, ha un nuovo compagno con cui convive e da cui aspetta un figlio, condizione che il suo ex non accetterebbe: "Il mio ex marito furioso della mia nuova e ritrovata felicità con i suoi mezzi ha minacciato di portarmi via la figlia, dicendo: 'Mi adopereró in tutti i modi per rovinarti la vita. Quella volta dovevo spezzarti il collo come si fa con le galline' di ció possiedo registrazione. Quindi qualcosa in me è esploso! E ho voluto gridare al mondo intero che persona è il mio ex marito. Non ho mezzi economici come lui e sono solo una piccola formica che lui più volte ha tentato di schiacciare. Non posso immaginare il futuro di mia figlia con una persona che è stata capace di queste violenze. Quindi come madre ho gridato BASTA! Con l'unico strumento sicuramente purtroppo poco opportuno che avevo per far sentire dal silenzio la mia voce!".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017