Excite

Sono 54 i Paesi contrari alla richiesta di moratoria della pena di morte

L'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha approvato la richiesta di moratoria della pena di morte ma sono ben 54 i Paesi che hanno votato contro. I no sono arrivati da: Afghanistan, Antigua e Barbuda, Bahamas, Bahrain, Bangladesh, Barbados, Belize, Botswana, Brunei Darussalam, Chad, Cina, Comoros, Corea del Nord, Repubblica Dominicana, Egitto, Etiopia, Grenada, Guyana, India, Indonesia, Iran, Iraq, Giamaica, Giappone, Giordania, Kuwait, Libia, Malesia, Maldive, Mauritania, Mongolia, Myanmar, Nigeria, Oman, Pakistan, Papua Nuova Guinea, Qatar, Saint Kitts and Nevis, Saint Lucia, Saint Vincent and the Grenadines, Arabia Saudita, Singapore, Isole Solomon, Somalia, Sudan, Suriname, Siria, Thailandia, Tonga, Trinidad e Tobago, Uganda, USA, Yemen, Zimbabwe. I voti a favore sono stati 104, le astensioni 29.

La risoluzione non è vincolante ma invita i Paesi in cui è prevista la pena capitale a sospendere le esecuzioni. Solo un piccolo passo che tuttavia procede verso la tutela dei diritti umani. La richiesta di moratoria non è una legge, nella pratica non determina un effettivo cambiamento. Di certo però mette in luce realtà spesso poco conosciute o ignorate. Realtà di Paesi in cui quotidianamente numerose vite vengono spezzate con il beneplacito dei governi vigenti.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016