Excite

Sono le bollicine a rendere irresistibile lo champagne

Secondo uno studio condotto da Gerard Liger-Belair del dipartimento di Enologia e Chimica Applicata della Faculte des Sciences di Reims in Francia e pubblicato sulla rivista dell'Accademia Americana delle Scienze PNAS, lo champagne conquista e ammalia il bevitore grazie alle sue bollicine. Come riscontrato dagli esperti queste bollicine liberano degli aromi irresistibili.

Grazie ad un sofisticato strumento gli studiosi hanno tracciato l'impronta digitale chimica di una sostanza, ossia hanno scoperto tutte le particelle chimiche di cui essa è composta. Poi grazie alla spettrometria di massa ad altissima risoluzione hanno studiato tutte le particelle contenute nelle bollicine dello champagne e hanno constatato che queste bollicine sono ricche di composti aromatici o di molecole precursori di altre molecole aromatiche che, subendo alcune modifiche chimiche, sprigionano aromi irresistibili.

Da un punto di vista chimico queste molecole aromatiche sono per metà attratte dall'acqua e per metà, invece, sono 'idrofobe'. Così una volta che si mesce lo champagne, queste molecole rimangano intrappolate nelle bollicine in risalita nel calice che, scoppiettando, liberano gli aromi che conquistano i bevitori.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016