Excite

Spagna, "Figlio di P..." al capo non è motivo di licenziamento

%%IMG%%

In Spagna urlare al proprio capo "Figlio di p..." non sarà più motivo di licenziamento. Lo ha stabilito una sentenza del tribunale superiore di giustizia della Catalogna che ha condannato un datore di lavoro a riassumere un impiegato che aveva insultato o a risarcirlo con 6.483 euro.

La storia, risalente all'anno scorso, è raccontata dal quotidiano El Mundo. Un giorno l'impiegato andò via dall'ufficio urlando "Quest'uomo è un pazzo". I due ripresero la discussione il giorno dopo, quando l'uomo attaccò il capo insultandolo pesantemente: "Sei un figlio di p...".

Il tribunale superiore catalano ha però revocato la sentenza di un tribunale di Girona che aveva dato ragione al datore di lavoro perché "il degrado sociale del linguaggio fa sì che le espressioni usate dal ricorrente siano di uso corrente all'interno di discussioni".

La sentenza ha suscitato le reazioni critiche dei lettori di El Mundo, alcuni dei quali parlano di "una vergogna di giustizia". "E se, tenendo conto del degrado della qualità della giustizia" si interroga uno dei lettori del quotidiano "il ricorrente si rivolgesse in questi termini al giudice?".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016