Excite

Spot Federcaccia, polemiche per il bimbo con il fucile

Ha suscitato l'aspra reazione di ambientalisti, associazioni a tutela dell'infanzia e mondo politico l'immagine scelta da Federcaccia per la campagna di tesseramento 2009. Un bambino, tra i sette e gli otto anni, vestito con tuta mimetica, seduto su una balla di fieno, sguardo rivolto al cielo, fischietto per richiamare gli uccelli in bocca e accanto a lui, sul terreno, un fucile.

Il presidente di Federcaccia Gianluca Dall'Olio, che con i suoi collaboratori ha scelto la foto, ha spiegato che l'intenzione non era quella di sollavare "un polverone di questa portata" e ha ammesso di essere "un po' pentito". Al quotidiano Il Corriere della Sera Dall'Olio ha detto: "Sarebbe stato meglio optare per un ragazzo con qualche anno in più. Ma non un vecchio. Perché la nostra campagna ha uno scopo preciso: trasmettere la cultura della caccia alle nuove generazioni, avvicinarle a questo sport, l'età dei cacciatori italiani va dai 65 ai 78 anni. Non va bene così. La caccia rischia di finire se non c'è un ricambio generazionale".

Ma le associazioni proprio non hanno mandato giù questo spot e parlano di foto "agghiacciante", "vergognosa". Secondo Elisabetta Scala del Moige l'immagine scelta da Federcaccia "non fa venire in mente la caccia, ma fa passare il messaggio che un bambino può utilizzare legittimamente un'arma da fuoco".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016