Excite

Spresiano, arriva il fossato contro i gay

Se all'inizio di agosto il sindaco di Spresiano, comune sul Piave, aveva dichiarato che gli omosessuali sono malati e che il Piave andava vietato, adesso la sua nuova mossa rischia davvero di far discutere e sollevare proteste.

Riccardo Missiato ha infatti deciso di far scavare una sorta di fossato che impedisca alle auto di poter raggiungere i ponti a Lovadina, zona tradizionalmente scelta dalle coppie omosessuali per i propri incontri; il fosso è stato transennato in modo da far capire a tutti che si tratta di uno spazio impraticabile.

Oltre al fossato, già scavato, Missiato ha fatto sistemare nuovi cartelli con divieto di sosta e di fermata dalle 22 alle 5 del mattino nella stessa zona annunciato anche la chiusura alle auto dei parcheggi del Parco delle Grave.

Il sindaco, bersagliato dalle critiche della popolazione omosessuale ma convinto di essere sostenuto da tutti gli altri cittadini, ha dichiarato di non avercela coni gay e che i suoi provvedimenti 'sono volti a stroncare gli atti osceni in luogo pubblico. La gente non deve scappare dalle Grave. I residenti devono avere una vita tranquilla. Invece questo viavai notturno rendeva loro l'esistenza impossibile. L'amministrazione deve assicurare a tutti la libertà di movimento'.

Aggiungendo che proprio per questo motivo si tratta di 'provvedimenti temporanei, finché la gente capirà ed il malcostume finirà'.

La giunta ha anche pensato anche ad un’ordinanza per multare con 500 euro i nudisti e ha istituito pattuglie nutturne anti gay, trans e prostitute.

(foto @OggiTreviso)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017