Excite

Stati Uniti, impronta delle 10 dita alla frontiera

Gli Stati Uniti aumentano i controlli nel tentativo di garantire la sicurezza all'interno del Paese. Da ieri negli aeroporti americani è partita la procedura di schedatura digitale dell'impronta di tutte e dieci le dita. Secondo il nuovo controllo 'Ten Fingerprints', ad ogni ingresso negli Usa ogni cittadino straniero dai 14 ai 79 anni dovrà lasciare l'impronta di tutti i suoi polpastrelli. I dati biometrici di chi arriva in America, poi, verranno schedati nel database Ident.

Secondo quanto affermato da Robert A. Mocny - direttore dello 'Us-visit program', organismo che gestisce la raccolta dei dati personali e registra l'entrata e l'uscita dagli Usa di ogni straniero - la privacy sarà rispettata ma ha aggiunto: "le informazioni verranno condivise con l'Fbi, il Dipartimento di Stato, quello della Giustizia, il Pentagono, le polizie locali, la Guardia costiera, la Cia e tutte le agenzie di intelligence".

Mocny ha spiegato anche le ragioni che hanno portato alla decisione di passare dalla schedatura dei due indici a quella di tutte e dieci le dita. "Efficienza e sicurezza - ha sottolineato il direttore dello 'Us-visit program' - queste nuove impronte digitali ci permettono di prevenire meglio l'uso di documenti falsi, proteggere i visitatori dal furto d'identità e fermare criminali e terroristi. Ora capita che i computer non siano in grado di distinguere due impronte simili e allora si passa alla comparazione fatta ad occhio da un agente, procedura che arriva a prendere mezz'ora. Con le dieci dita non si può più sbagliare. Un terroristapotrebbe averci bevuto ma schedando solo l'indice non avremmo nessun aiuto. E molte impronte raccolte dall'Fbi sulla scena di un crimine provengono dalle altre dita".

Tutta questa procedura provocherà, molto probabilmente, un allungamento delle code e dei tempi di attesa. Chi viaggia spesso e sarà presto schedato, tuttavia, potrà in futuro dare solo 4 dita. Le macchine necessarie per scannerizzare le impronte delle dieci dita costano 2.500 dollari l'una e alla fine dell'anno verranno fornite a ognuno dei 18mila ufficiali di frontiera.

Altra misura di sicurezza che potrebbe essere presa nel corso di quest'anno è il controllo all'uscita del Paese. Si sta pensando, infatti, di effetturae il check-out, ossia di ripetere la procedura che viene fatta all'ingresso.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016