Excite

Stati Uniti, Starbucks in crisi

La maxi-catena di caffetterie americana, Starbucks, è in crisi. Nei prossimi nove mesi saranno chiusi 600 negozi e sarà tagliato il 7 per cento dei dipendenti. Il calo dei consumi, che ha spinto la catena a ridurre le spese, è stato provocato dalla crisi dei mutui e dall'impennata dei prezzi del petrolio. Grazie a questi tagli l'azienda stima di realizzare un risparmio compreso tra i 328 e i 348 milioni di dollari.

Quella delle caffetterie Starbucks è una catena nota. Il primo negozio è stato aperto a Seattle, dove è la sede, nel 1971. I maxi bicchieri di caffé, da sorseggiare mentre si cammina per strada, sono diventati presto un must. L'azienda ha aperto negozi anche a Parigi, Berlino e Londra.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016