Excite

Stoccolma, attentato suicida. Il bilancio: una vittima e almeno due feriti

Nel tardo pomeriggio di sabato due esplosioni si sono verificate nel centro di Stoccolma, capitale della Svezia. Le esplosioni sono avvenute nei dintorni di Drottniggatan, una delle principali vie dello shopping proprio nel cuore della città. L'attentato ha provocato la morte di una persona e ha causato almeno due feriti. Per miracolo il bilancio non è stato quello di una strage. Nel tardo pomeriggio di sabato, infatti, le strade del centro della città erano affollate di persone intente a fare shopping natalizio.

Le esplosioni sono state due. Ad esplodere per prima è stata un'automobile in via Olof Palme. A farla saltare in aria forse una bombola di gas che si trovava a bordo della vettura. Sembra, invece, che la seconda esplosione sia avvenuta all'interno di un negozio in Bryggargatan.

Secondo quanto pubblicato dal sito integralista islamico Hanein.info l'attentatore suicida sarebbe il 29enne iracheno Taimour Abdulwahab. A quanto pare circa dieci minuti prima delle due esplosioni, l'agenzia di stampa TT ha ricevuto via mail un messaggio audio in svedese e in arabo nel quale si contesta la presenza dei militari svedesi in Afghanistan e si critica il silenzio del Paese sulle caricature del profeta Maometto ad opera del disegnatore svedese Lars Vilks.

Sembra che, nell'ambito delle indagini dell'attentato di Stoccolma, la polizia britannica abbia perquisito una casa nel sud dell'Inghilterra. La polizia ha fatto sapere di aver controllato ieri notte un'abitazione che fa parte di una serie di case a schiera nella città di Luton, Bedfordshire, e ha spiegato che non sono stati effettuati arresti e non sono stati trovati materiali pericolosi.

Nel frattempo, la polizia svedese ha detto di considerare un atto terroristico le esplosioni a Stoccolma provocate da un singolo attentatore che avrebbe agito dopo alcune minacce via email che facevano riferimento alle truppe svedesi in Afghanistan e alle vignette su Maometto. Secondo il magistrato inquirente Thomas Widstrand l'attentatore suicida probabilmente aveva dei complici.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017