Excite

Strage di Erba, comincia il processo-show

Come se fosse uno spetttacolo il processo per la strage di Erba, che è iniziato poche ore fa, presso il tribunale di Como, ha registrato il tutto esaurito. Già dalle 6 del mattino davanti all'ingresso del tribunale c'erano parecchie persone, soprattutto anziani e studenti: in coda nella speranza di conquistare uno dei 60 biglietti che consentono di accedere all'aula della Corte d'assise. "Sono qui per assistere alla causa - ha detto uno dei presenti. Voglio vedere una condanna esemplare".

Guarda le foto dei due imputati insieme nella cella del tribunale di Como

Angela Rosa Bazzi e Olindo Romano, i due imputati sono arrivati poco prima delle nove al Palazzo di giustizia Lariano a bordo dello stesso cellulare della polizia penitenziaria (nella foto), e hanno fatto ingresso nel tribunale dal retro. In aula, presente anche Azouz Marzouk, padre di Youssef e marito di Raffaella, detenuto per droga dal dicembre scorso nel carcere di Vigevano. Nel processo, si è costituito parte civile ed è anche testimone dell'accusa.

Carlo Castagna, unico sopravvisssuto alla strage, che perse la moglie quella terribile giornata, accompagnato dai figli Pietro e Giuseppe, ha confermato che la famiglia si costituirà parte civile. "Era doverosa" ha detto Pietro. L'unica dichiarazione di Castagna è stata: "Chiedo giustizia".

La Corte d'assise di Como ha fissato 16 udienze, da oggi a metà marzo, due ogni settimana. A riprendere integralmente il processo, per trasmetterlo solo dopo la sentenza solo le telecamere di Raitre della trasmissione 'Un giorno in Pretura'. Una decisione per "salvaguardare il sereno dibattimento e la genuinità delle prove", ha spiegato il presidente della Corte d'Assise Alessandro Bianchi.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016