Excite

Strage Tolosa, il killer aveva una telecamera

  • Repubblica.it

Voleva riprendere tutto con una telecamera che si era portato: il sangue, le urle, la strage, l'orrore. Il killer che ieri a Tolosa ha ucciso un rabbino di 30 anni le sue due figlie di 3 e 6 anni e un'altra bimba di 8 della scuola ebraica aveva intorno al collo una piccola video camera da riprese.

Lo ha riferito il ministro dell'Interno francese, Claude Gueant, riportando le dichiarazioni di un testimone presente sul posto al momento del sparatoria. Gueant ha inoltre spiegato che ancora non si hanno indicazioni sull'omicida: "Non sappiamo chi è l'assassino".

Le telecamere di sicurezza della scuola hanno ripreso i momenti della tragedia ma è impossibile riconoscere l'assassiono che aveva il volto coperto, fuggito subito dopo su uno scooter rubato. Sono circa 130 gli ufficiali di polizia giudiziaria e gli esperti di profili psicologici della polizia scientifica sulle tracce dell'uomo. Per il momento si segue la pista dell'attacco di matrice islamista.

La Francia è sotto shock, oggi alle 11 tutte le scuole del Paese si fermeranno per un minuto di silenzio in memoria delle vittime. Questa mattina si è verificato un nuovo attacco nel quartiere Seine-Saint-Denis di Parigi: una granata è stata lanciata contro un appartamento di una famiglia di cittadini haitiani. L'esplosione non ha causato danni e funzionari locali hanno precisato che "non vi è alcun legame con la sparatoria di Tolosa".

Il Presidente francese Nicolas Sarkozy è apparso ieri in televisione per comunicare l'evoluzione delle indagini: "È un atto odioso, non può restare impunito e tutti i mezzi disponibili saranno attuati per mettere fuori gioco questo criminale". E ancora: "È una tragedia. Ed è una tragedia anche che esistano dei folli capaci di questo genere di atti, che non hanno alcun rispetto per la dignità e per la vita delle persone".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017