Excite

Studenti Erasmus delusi dall'Italia

"Costosissimo, incapace di garantire un alloggio a prezzi contenuti e dove l’inglese è una lingua di cui si fa a meno". E' quanto emerge da un questionario realizzato dalla free press "Studenti Magazine" e dall'associazione "Erasmus Student network Italia" riguardo all'esperienza degli studenti Erasmus in soggiorno nelle nostre università e in Italia.

Gli studenti stranieri che arrivano in Italia, infatti, bocciano il nostro paese, l'università e i servizi che trovano in esse. Ben l’83% degli studenti ha dichiarato di spendere di più rispetto al proprio paese di origine. A pesare per il 69% il caro affitto, seguito dal cibo (14,4%) e dal tempo libero (12,6%). Il 4%, invece, trova particolarmente altro il prezzo dei libri. Il 66% degli studenti hanno avuto difficoltà nella sistemazione. La causa principale è il prezzo elevato (per il 37,4%), quindi seguono le cattive condizioni della casa (29,1%), il razzismo dei proprietari che non affittano a stranieri (20,8%) e l'assenza di un contratto (12,7%).

Una grandissima maggioranza di intervistati, ben il 71%, considera l'università italiana peggiore di quella del Paese di provenienza. Secondo il 39,6% la causa principale è il pessimo stato delle strutture, mentre per il 24,4% non sono efficienti i servizi web. Il 19,5% degli intervistati ha sottolineato la difficoltà nel raggiungere informazioni e i professori per il 16,5%. Per quanto concerne i docenti, il 59% non vede differenze, il 25% li giudica peggiori e solo il 16% li vede migliori.

Secondo gli studenti in Erasmus, solo l'1,4% degli italiani ritiene l’inglese una lingua indispensabile, contro il 46,6% che lo ritiene assolutamente inutile e il 53% che lo ritiene utile, ma non fondamentale.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016