Excite

Sudore eccessivo? Ecco il laser curante

Per chi soffre di iperidrosi, ossia sudore eccessivo, la Gran Bretagna propone una soluzione a quanto pare definitiva, ma limitata alla zona ascellare. Il chirurgo vascolare inglese Mark Whiteley, infatti, ha introdotto nel suo Paese il Laser Sweat Ablation. Si tratta di un intervento in anestesia locale effettuato con il laser che brucia e rimuove le ghiandole sudoripare. Il costo dell'intervento è di circa 3.800 euro e il risultato è garantito nel 70 per cento dei casi.

Sulle ascelle del paziente viene prima applicata una soluzione di iodio, in questo modo è possibile visualizzare le zone in cui si trovano le ghiandole che vengono segnate con un pennarello. Successivamente l'area viene sottoposta ad un'anestesia locale, in modo tale che il chirurgo possa procedere con l'incisione in genere di tre millimetri. Sotto la pelle viene poi inserito un laser che distruggerà le ghiandole sudoripare, le quali verranno poi aspirate. Per rimarginare la ferita è sufficiente l'applicazione di una banda elastica che verrà rimossa dopo tre giorni.

L'intervento, quindi, sembra meno invasivo e più efficace di altri. Ma molti nell'ambito della comunità medica hanno espresso dei dubbi. Secondo alcuni medici "il rischio è che si rivolgano al chirurgo anche persone che potrebbero risolvere questo problema con degli psicoterapeuti. In alcuni casi, infatti, l'iperidrosi deriva da problemi psicologici". Per altri "la chirurgia nella zona ascellare può avere una serie di complicazioni, visto che possono facilmente generarsi delle infezioni" e quindi "dovrebbe rappresentare un'ultima spiaggia".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016