Excite

Superenalotto, a Bagnone si cerca il vincitore del 6

Con una schedina da 2 euro sono stati vinti a Bagnone, in provincia di Massa Carrara, più di 147 milioni di euro. Da circa sette mese e da 87 concorsi la sestina vincente si era fatta attendere creando un montepremi da record, il più alto di tutti i tempi in Italia e il secondo in Europa, che ha scatenato la frenesia del gioco tanto da far spendere agli italiani 570 milioni di euro.

Il bar, che ha sfornato il fortunato biglietto, è stato preso d’assalto e da lì è iniziato il totovincitore. I sospetti maggiori ricadono su Ugo Verni, 47 anni, single, muratore e falegname, dipendente di un’azienda che si occupa della pulizia dei boschi nella zona, che prima di sapere dell’uscita del sei aveva gridato di gioia lasciandosi trasportare dall’entusiasmo fino a notte fonda, per poi ritrattare il giorno seguente.

Il proprietario della ricevitoria pone i suoi sospetti su tre indagati di cui non rivela l’identità per privacy, ma spera che il vincitore possa fargli un regalo, così come spera il sindaco, Gianfranco Lazzeroni, il quale potrebbe utilizzare il denaro per costruire un palazzetto polifunzionale e che ha convocato una giunta straordinaria per discutere delle iniziative promozionali che prenderemo partendo proprio dalla fama che il paese sta guadagnando.

In attesa di notizie e di soldi il paese sta diventando una nuova meta di pellegrinaggio, molti turisti hanno trascorso la loro domenica visitando il piccolo comune, un vero e proprio viaggio alla ricerca della buona sorte che ha provocato caos e traffico e tanto lavoro per il bar Biffi.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016