Excite

Supernalotto, Bagnone teme la mafia

Bagnone è diventato il paese più visitato dell’estate, il piccolo borgo in provincia di Massa Carrara, è la nuova meta turistica dopo la vincita al Supernalotto di uno sconosciuto. Da giorni si cerca un indizio che possa condurre al novello Paperone ma al momento si rincorrono solo voci.

Il più accreditato è Ugo Verni che da sabato riceve telefonate di richieste d’aiuto, persone povere o malate sperano in un contributo per migliorare la propria condizione. Ma Vanni smentisce e dichiara di conoscere il vincitore. Intanto gli abitanti del posto temono ripercussioni mafiose: “Non doveva dirlo che sa chi è il vincitore. Rischiamo di trovarci qui la mafia”. Qualcuno assicura che dalla Calabria hanno fatto delle richieste: “La ’ndrangheta vuole il 30%”.

Intanto, mentre il sindaco prova a sfruttare quest’evento per aumentare i turisti e organizzare pacchetti per il tour della fortuna, spunta un nuovo indagato vincitore un prete Don Claudio, sbarcato in Italia dall’Albania sul gommone insieme al ballerino di Amici Kledi. Al momento il sacerdote è introvabile.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016