Excite

Svezia: il file sharing diventa una religione

  • YouTube

C'è chi del file sharing ne ha fatto una religione. Solo in Svezia poteva accadere, uno dei paesi dove il fenomeno della condivisione di file è più accentuato (su 9 milioni di abitanti circa 1,5 milioni considera giusto e pratica il file sharing), che un gruppo religioso avesse come propria fede la libertà di condividere informazioni.

"The Missionary Church of Kopimism", così si chiama il nuovo movimento religioso di chi fa copie pirata. Il fondatore è uno studente di filosofia, Isak Gerson, l'ha fondato i nel 2010, ma solo da pochi giorni è stato ufficialmente riconosciuto come religione dallo Stato nazionale, al pari di Cattolicesimo, Buddismo, ect... "Appena prima di Natale, l'agenzia per i servizi legali, fiscali e amministrativi svedese (Kammarkollegiet) ha registrato Church of Kopimism come un'organizzazione religiosa", si legge nel primo comunicato ufficiale. "Questo vuol dire che la Svezia è il primo paese a riconoscere il Kopimism come una religione".

La chiesa ha invitato tutti i "credenti" della libertà di condivisione a registrarsi al culto anche per evitare la persecuzione legale delle case discografiche e di chiunque sostenga di voler tutelare il diritto d'autore vietando la libera diffusione di musica ed altri contenuti online gratuitamente.

Tra i simboli religiosi ufficiali ci sono dunque le combinazioni di tasti CTRL+C e CTRL+V, oramai divenuti la rappresentazione ufficiale delle operazioni di copia e incolla tramite PC.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2014