Excite

Svizzera, pena di morte per i pedofili?

Presto in Svizzera potrebbe essere indetto un referendum volto a reintrodurre la pena di morte per i delitti a sfondo sessuale compiuti da pedofili. Per poterlo indire devono essere raccolte 100mila firme entro il 24 febbraio del 2012, come stabilito ieri a Berna dalla Cancelleria federale che, in questo modo, ha dato il via libera all'iniziativa.

In Svizzera la pena di morte è stata abolita nel 1942. Ma ora a favore del ripristino della pena capitale c'è un comitato guidato da Marcel Graf, il quale ha spiegato di aver sofferto, nella sua vita, per l'uccisione di un bambino da parte di un maniaco. Graf è un informatico di 35 anni che vive a Knonau, nel Canton Zurigo, e ha deciso di intraprendere questa battaglia.

Se Graf riuscirà a raccogliere tutte le firme necessarie per tempo, la questione passerà al Parlamento elvetico al quale toccherà esprimere il proprio parere. Ma alcuni costituzionalisti hanno avanzato delle critiche. Come si legge su La Repubblica, il docente di Diritto pubblico all'università di Zurigo Georg Müller ha affermato che l'eventuale esame del potere legislativo arriverà troppo tardi. Müller ha spiegato: 'Quando 100mila persone hanno firmato un testo la pressione sul Parlamento è troppo grande per indurlo a dichiararlo nullo'. Bisogna inoltre ricordare che la Confederazione, aderendo alla Convenzione europea dei diritti dell'uomo, si è impegnata a 'rinunciare alla pena capitale in tempo di pace come di guerra. In molti, dunque, sperano che non vengano raggiunte le 100mila firme.

Foto: wikipedia.org

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017