Excite

Tabaccaia di Asti, fermato il 46enne Pasqualino Folletto: avrebbe confessato il delitto

  • Twitter

Svolta nelle indagini per l'omicidio di Maria Luisa Fassi, la 54enne tabaccaia di Asti uccisa due settimane fa con 44 coltellate. A compiere il delitto, a scopo di rapina, sarebbe stato un 46enne italiano, Pasqualino Folletto, che avrebbe confessato al termine di un lungo interrogatorio, condotto, all'interno della caserma dei carabinieri Scapaccino, dal pm Luciano Tarditi.

Pasqualino Folletto è incensurato e lavora come magazziniere. L'ipotesi della rapina era, all'inizio, quella meno battuta dagli inquirenti, ma si è fatta man mano più concreta con il passare delle ore.

Michele Buoninconti, l'arresto del marito di Elena Ceste

A Folletto, i Carabinieri sono giunti confrontando le immagini delle telecamere a circuito chiuso della zona. Alle indagini hanno collaborato i carabinieri del comando provinciale di Asti, i carabinieri del Reparto crimini violenti del Ros di Roma, Torino e Milano. Il Racis di Roma ed il Ris di Parma.

Maria Luisa Fassi è la figlia di due noti ristoratori della zona, proprietari del ristorante Gener Neuv. 'Migia' ha lasciato un marito e due figli.

Questo è uno stralcio della lettera aperta scritta dal padre iero e pubblicata dalla Gazzetta d'Asti...."In tutte le famiglie, per migliaia di motivi, si subiscono i decessi dei propri cari".

"...Ma la nostra Migia è una martire vittima di una tortura imperdonabile. Pazzia, droga, vendetta o qualunque sia il motivo di una tale efferatezza, per ora non posso perdonare. Piero..."

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017