Excite

Tanzi si pente in aula: "Chiedo perdono"

Irriconoscibile, dimagrito e con un sondino al naso, si è presentato ieri in tribunale l'ex patron di Parmalat, Callisto Tanzi. Con una voce titubante e senza manette, come avevano richiesto i suoi avvocati, l'imprenditore, accusato di bancarotta fraudolenta e condannato a diciotto anni di reclusione per il crac Parmalat, ha chiesto perdono in una dichiarazione spontanea: "Porterò sempre il peso indelebile per le sofferenze causate a tutti coloro che, per colpa mia, hanno subito danni".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017