Excite

Telefonia, niente filtro per gli 144 e 899

Vano il tentativo dell'Autorità per le Comunicazioni di porre un freno ai tanti discussi servizi offerti dai numeri telefonici con prefisso 144, 166, 892, 899. Il Consiglio di Stato ha affermato che questi servizi a pagamento forniti da società diverse dall'operatore telefonico non possono essere sottoposti a filtri preventivi, ossia non è possibile bloccarli e autorizzarli solo dopo il consenso dell'utente. E' vietato, dunque, mettere filtri a servizi che offrono oroscopi, lettura delle carte, chat line erotiche, foto, video, giochi e suonerie, nonostante in molti si siano spesso trovati a pagare costose bollette.

Nella sentenza depositata lo scorso 31 luglio il Consiglio di Stato ha stabilito che i numeri devono essere sempre disponibili e possono essere bloccati solo dopo il consenso dell'utente. Pur riconoscendo la competenza in materia dell'Autorità per le Comunicazioni, negata in primo grado dal Tar, il Consiglio di Stato ha contestato la misura decisa perché adotatta senza coinvolgere "i centri servizi e tutti i soggetti imprenditoriali coinvolti".

Ma l'Autorità per le comunicazioni non si dà per vinta e a settembre, per la quarta volta, tenterà di porre il filtro ai famigerati 144, 166, 892, 899. Operatori come Telecom Italia, Vodafone, Wind e Bt hanno garantito il loro sostegno all'Authority nel corso di una riunione che si è tenuta il 6 agosto e nella quale erano presenti anche le associazioni dei consumatori.

Il provvedimento dell'Autorità prevede un blocco generalizzato su tutte le linee telefoniche di tutte le chiamate a numeri con prefisso 144, 166, 892, 899, delle connessioni satellitari e di altre chiamate internazionali che possono essere a rischio. Il blocco è disattivabile su richiesta dell'utente.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016