Excite

Tempesta di Natale, maltempo e disagi al Centronord: allerta anche per le previsioni del weekend

  • Getty Images

Comincia a diventare serio il bilancio dell’annunciato passaggio della tempesta di Natale nelle regioni settentrionali e, da qualche ora, anche in gran parte del Centro Italia, isole comprese. Allagamenti, crolli di cornicioni e costruzioni, con conseguenti evacuazioni di centri abitati stanno mettendo a dura prova gli abitanti di diverse zone della Liguria, della Lombardia, del Piemonte, mentre a Roma si segnalano cadute di alberi e disagi di crescente consistenza.

Tempesta di Natale, paura per l'emergenza maltempo in tutta Italia

Il quadro è in evoluzione, soprattutto nelle zone già a rischio idrogeologico, con personale dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile al lavoro in tutte le aree in emergenza, dal nordovest a Venezia, passando per Sardegna, Isola d’Elba e versante tirrenico. Interrotti, proprio a causa della dura ondata di maltempo post-natalizia, i collegamenti con la Svizzera, anche in previsione di perturbazioni di notevole intensità.

Il Triveneto si prepara ad affrontare il previsto peggioramento del clima, con l’acqua alta a Venezia a fare da puntuale campanello d’allarme. Più di una frana si è verificata sul territorio lombardo, in particolare nel lecchese, anche se l’episodio più grave è stato a Bellagio, non lontano da Como, dove due ragazzi sono rimasti intrappolati per qualche minuto nella loro auto dopo una caduta di massi improvvisa. Non si salvano neanche le zone costiere della Campania, con rischi per i collegamenti che nel Golfo di Napoli sono stati interrotti in attesa di miglioramenti.

Delicata appare la situazione nello spezzino e nell'hinterland di Genova, dove sono all’opera decine di addetti ai lavori per evitare il peggio, specialmente sui territori già colpiti nel recente passato da fenomeni alluvionali come Borghetto Vara, comune che ha dovuto in via preventiva far evacuare alcune decine di persone. Sempre nelle province liguri si registrano gli episodi più preoccupanti, con un allerta che è salito di livello da 1 a 2 secondo la nota diramata dalla direzione regionale della Protezione Civile: due voli diretti all’aeroporto genovese sono stati dirottati, ma sono i fiumi a mettere in allarme la popolazione sia a Chiavari che a Lavagna (l’Entella ha esondato) e gli stessi timori riguardano il Rio del Fereggiano.

Pesanti problemi per automobilisti e cittadini nel savonese, teatro di frane che hanno interessato un tratto della strada Aurelia in prossimità di Alassio, mentre forti mareggiate hanno fatto irruzione nelle coste di Varazze e Celle Ligure, senza dimenticare la paura per le trombe d’aria affacciatesi su piccoli centri abitati. Per sabato prossimo, stando alle previsioni ufficiali, si teme un ritorno del maltempo in forme altrettanto violente, in primis nelle stesse aree del Paese flagellate a Natale e a Santo Sfefano dalle piogge e dalle raffiche di vento (fino a 80-90 km orari) di elevata potenza entrate in scena in queste ore nel settentrione e in diversi punti del Centro Italia.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017