Excite

Tempesta Hercules sugli Usa, 16 morti per il maltempo. De Blasio spala la neve a New York

  • Getty Images

UPDATE: Altri cinque morti negli Usa per le conseguenza della tempesta Hercules che in questi giorni ha messo in ginocchio decine di milioni di cittadini statunitensi con maltempo, gelate e neve a getto continuo. Nelle prossime ore il quadro potrebbe ulteriormente peggiorare, stando alle previsioni diffuse dai più accreditati centri meteorologici nazionali.

Tra Michigan, Kentucky, Illinois, Indiana, Pennsylvania e New York si contavano, fino a ieri , già 11 vittime, provocate principalmente da incidenti automobilistici legati alla presenza di ghiaccio nelle strade oltre che (in percentuale minore) da malori da congelamento.

Neve e maltempo flagellano gli Stati Uniti: guarda la gallery

La Costa orientale degli Stati Uniti e soprattutto il territorio della “Grande Mela” si trovano al momento nella situazione più delicata, per via dell’inarrestabile caduta dal cielo di quantità massicce di neve e del contestuale brusco abbassamento delle temperature. A dura prova le capacità organizzative delle amministrazioni statunitensi, con il nuovo sindaco De Blasio impegnato personalmente nel contrasto all’emergenza neve a New York, dove sono già caduti circa 7 centimetri di fiocchi bianchi dalle prime ore della giornata.

L’invito a non uscire dalle case almeno negli orari maggiormente interessati dalle nevicate è stata una delle prime misure adottate dal primo cittadino newyorchese, prima della vera e propria controffensiva messa in campo con un’azione straordinaria senza sosta degli spazzaneve, protagonisti di uno straordinario lavoro (come sottolineato non senza una punta di orgoglio dallo stesso Bill De Blasio, che peraltro è stato immortalato nell’atto di spalare la neve davanti alla propria abitazione, nel pomeriggio) per assicurare l’agibilità delle principali arterie della metropoli.

Nella morsa delle tempeste d’inizio anno sono finite diverse zone degli Usa, dal Connecticut al Rhode Island passando per Massachussets con Boston ed altre importanti città martellate dalla tormenta di neve e dalle durissime gelate. I centimetri di neve sono arrivati anche a punte massime di 50, mentre la colonnina di mercurio in alcuni casi è scesa fino a 25 gradi sotto zero, proprio dalle parti di New York.

Sono oltre 4000 i voli, sia nazionali che internazionali, cancellati per l’emergenza maltempo negli States, ma il Servizio Meteorologico ha provveduto a diramare l’allerta bufere a Cape Cod, nel Maine e nel Rhode Island, nelle coste sud e nord di Boston.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017