Excite

Apocalisse in Giappone: terremoti, tsunami e incendi

Dopo la scossa di mercoledì scorso, che non ha causato danni, il Giappone trema di nuovo. Nel primo pomeriggio (all'alba in Italia) si è verificata una scossa di terremoto di magnitudo 8.9 della scala Richter, seguita da una di 7.8. La prima è durata oltre due minuti ed è stata registrata a 24,4 km di profondità e circa un centinaio di chilometri al largo della prefettura Miyagi, nel nordest.

I video del terremoto in Giappone

Mappa dell'epicentro del terremoto in Giappone

Tokyo è una delle zone più colpite, dove si contano i primi morti e danni ingenti. Il tetto di una scuola, dove si stava svolgendo una cerimonia con circa seicento studenti, è crollato, mentre alle porte della città alcune raffinerie sono in fiamme, così come nel porto, dove si sono innescati almeno sei focolari.

Per evitare altre tragedie è stato bloccato il traffico ferroviario e chiuse le centrali nucleari, molte città non hanno la luce elettrica e le comunicazioni sono molto difficili. L'aeroporto di Narita, vicino alla capitale, e quello di Sendai, sono stati chiusi, anche perché invasi dalle acque.

Infatti, l'allarme tsunami si è dimostrato reale. La prima onda anomala, di 7,30 metri, si è verificata a Soma, nella prefettura di Fukushima, mentre quella di 10 metri si è abbattuta sulla costa di Sendai, il capoluogo della prefettura di Miyagi, nel nordest. Secondo alcuni testimoni tsunami con onde ancora più alte si sarebbero verificati in altre zone dell'isola.

Il Premier giapponese, Naoto Kan, ha lanciato un appello: 'Abbiamo lanciato un comitato operativo d'emergenza e chiediamo a tutti di prestare la massima attenzione a tutte le indicazioni che saranno fornite. Bisogna mantenere la calma'.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017