Excite

Terza prova: 5 materie o 4? Il giallo della maturità 2015 trova risposta

  • Skuola,net

di Simone Rausi

Esami di maturità 2015, terza prova: panic in the air. Come passare da “Ho un po’d’ansia” a soffiare dentro un sacchetto di carta cibandosi di valeriana e fiori di Bach Rescue Remedy? Semplicemente creando confusione con diciture per certi versi nebulose e comunicati scritti in burocratese. Ci ha pensato il Miur…

Maturità 2015: le materie della seconda prova

Il giallo che da qualche ora non dona tregua agli studenti è il seguente: la terza prova sarà su quattro o cinque materie? Chiariamo subito, non c’è una risposta corretta. Nel senso che ogni scuola è libera di fare come diavolo gli pare secondo la riforma Berlinguer del 2000. A precisarlo è lo stesso Miur in una nota: “Nessuna sorpresa. La terza prova è predisposta dalle commissioni d’esame sulla base del documento che è stato definito entro il 15 maggio scorso da ciascun Consiglio di classe”. Lo stesso documento che contiene le indicazioni sulle modalità e la struttura della prova.

In parole povere, se la vostra scuola ha deciso che la terza prova verterà solo su quattro materie (e voi lo sapete già perché avete fatto fior fior di simulazioni) non ci sarà nessuna disciplina aggiuntiva. Posate quel sacchettino di carta. Il misunderstanding nasce per un verbo del comunicato. Miur. All’inizio questo spiegava come nella terza prova possano essere coinvolte tutte le discipline comprese nel piano di studi purchè in commissione sia presente personale docente fornito di titolo. Qualche tempo dopo, il “possano” è diventato “devono”.

La terza prova potrà quindi essere realizzata anche sulla base di quattro discipline. Unica costante per tutti la data di realizzazione: lunedì 22 Giugno per ogni scuola. In bocca al lupo a tutti.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017