Excite

Tokyo: nulla osta alla mozzarella italiana

Il Giappone dà il via libera, seppure parziale, all'importazione delle mozzarelle di bufala italiane. Lo riferiscono fonti dell'Ambasciata d'Italia a Tokyo. Lo sblocco, avvenuto in nottata, però riguarda solo i prodotti non provenienti dalla Campania. Per il nulla osta alla merce prodotta nel territorio regionale bisognerà ancora attendere.

Le autoritè sanitarie italiane in Giappone hanno trasmesso al ministero della Sanità di Tokyo la lista dei produttori ritenuti a rischio, nessuno dei quali risulta essere tra gli esportatori delle merci attualmente ferme in dogana. Le autorità sanitarie nipponiche stanno in queste ore valutando la documentazione fornita dal ministero della Sanita' italiano.

La rappresentanza diplomatica italiana a Tokyo che si sta occupando del caso, inoltre, ha tenuto a sottolineare all'ANSA "l'atteggiamento estremamente collaborativo dimostrato dalle autorità sanitarie nipponiche, che stanno lavorando con grande serietà per risolvere in tempi brevi questa delicata situazione senza creare inutili allarmismi".

Una delle pizzerie napoletane più note e frequentate della capitale giapponese, 'Napulè, che con tre locali consuma oltre 40 kg di mozzarella di bufala alla settimana, ha confermato all'ANSA che non si è registrato alcun calo di clienti in questi giorni, nè sono diminuite le ordinazioni di pizza napoletana con mozzarella di bufala.

"L'unico problema è relativo alle scorte - ha dichiarato Hisanori Yamamoto, vincitore lo scorso anno del campionato internazionale di pizzaioli - che si stanno via via assottigliando e potrebbero costringerci nei prossimi giorni a utilizzare prodotti di altre regioni italiane".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016