Excite

Tonino Guerra è morto, addio al poeta e sceneggiatore

  • Infophoto

Tonino Guerra è morto, aveva compiuto 92 anni il 16 marzo. Il grande poeta e scrittore, amico di Fellini se n'è andato nella sua casa di Santarcangelo, in Romagna. Guerra oltre ad essersi affermato con grandissimi successi letterari era anche conosciuto come un ottimo sceneggiatore.

Nella sua carriera ha potuto vantare collaborazioni con registi di grosso calibro che vanno da Andrej Tarkovskij, Francesco Rosi, Michelangelo Antonioni, Luchino Visconti, Theo Angelopoulos, i fratelli Taviani, Federico Fellini, Marco Bellocchio, Vittorio De Sica, Jose María Sánchez, Elio Petri, a Giuseppe De Santis. Grande amico di Fellini, Guerra nel 1984 vinse il David di Donatello per la scenggiatura proprio con il film dell'amico "E la nave va". Nel 2010 gli venne assegnato un altro riconoscimento, questa volta alla carriera.

Tonino Guerra divenne famoso per il pubblico anche grazie ad una serie di spot televisivi realizzati per la catena di elettronica Unieuro in cui lo scrittore lanciò il tormentone dell'ottimismo (guarda il video dello spot).

Gli inizi letterari di Guerra sono senz'altro legati alle poesie in dialetto romagnolo. A 18 anni comincia a comporre la copertina de 'Il Polverone' in lingua romagnola e durante la sua prigionia nel campo di concentramento di Troisdorf, in Germania, nel 1946 scrive poesie dialettali che verranno in seguito raccolte nel volume "I scarabocc". Esordisce come scrittore nei Gettoni per Einaudi all'inizio degli anni '50, momento in cui Guerra vive a Roma, città da dove comincerà la sua lunga carriera.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017