Excite

Torino, piercing fai da te a scuola

Nell'Istituto tecnico commerciale 'Romero' di Rivoli (Torino) i carabinieri hanno scoperto un giro di 'piercing fai da te'. Una studentessa minorenne eseguiva i piercing sulle sue compagne di scuola senza comunque essere mai pagata. Il fatto è emerso dopoché la mamma di una studentessa alla quale era stato effettuato un piercing al labbro inferiore ha presentato denuncia. La signora non ha chiesto la punizione dell'autrice, ma ha preteso che le venisse impedito di ripetere il fatto.

I piercing venivano effettuati nei bagni della scuola o per strada utlizzando ago-cannule, spille da balia, garze, salviette. Il dirigente dell'istituto, Nicola Coccia, ha spiegato che non verrà preso alcun provvedimento nei confronti della ragazza che ha effettuato i piercing in quanto non è stato chiesto, ma nella scuola verranno svolte conferenze informative allo scopo di sensibilizzare sul tema della pericolosità di tali pratiche se non effettuate da personale specializzato.

Coccia ha detto: 'Svolgiamo diverse iniziative di sensibilizzazione e senz'altro ci sarà posto anche per questi incontri, che possono essere utili a livello formativo per gli studenti'.

I carabinieri del Comando provinciale di Torino hanno imeddiatamente lanciato un appello, ossia non effettuare piercing al di fuori dei centri autorizzati. Il capitano medico dell'Arma, Maria Rosa Mancini, ha spiegato: 'La normativa vigente prevede che esistano associazioni riconosciute a livello nazionale, con certificazione rilasciate dall'Asl territoriale, che dice che il laboratorio è a norma. I tatuatori devono utilizzare materiale sterile monouso, poiché negli altri casi, come quello in questione, il rischio è di contrarre infezioni molto gravi quali epatite, tetano, Aids, batteri, senza contare le eventuali allergie del soggetto. Il tutto può portare coloro che si sottopongono a tali interventi senza precauzioni anche alla morte'.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017