Excite

Torture su animali negli allevamenti: video shock inchioda la Wiese Brothers Farm

  • Youtube

Violenze gratuite, bestiali (nel senso più deteriore del termine) e difficili da giustificare, quelle inferte dagli allevatori di una media azienda americana agli animali rinchiusi nella loro fattoria.

Animali maltrattati per il cinema, scandalo negli Usa

I protagonisti di queste sevizie, immortalate da un video che ha inchiodato in maniera inequivocabile i responsabili delle atrocità grazie alla denuncia delle associazioni animaliste, sono due dipendenti della Wiese Brothers Farm di Green Bay.

Calci, bastonate, frustate e maltrattamenti di ogni tipo sugli indifesi bovini che stanno provocando un’ondata di indignazione dentro e fuori dai confini degli Stati Uniti, mentre le grandi industrie messe sotto accusa in quanto destinatarie del formaggio prodotto in quella vera e propria “fattoria degli orrori” sembrano non aver dubbi sulla necessità di chiudere i conti coi fornitori finiti nell’occhio del ciclone.

Le immagini delle cruente torture messe in atto sulle malcapitate bestie hanno spinto, a quanto pare, gli stessi titolari dell’azienda agricola Wiese a licenziare i lavoratori ripresi nel filmato shock, declinando altre responsabilità rispetto alle brutalità scoperte dopo l’inchiesta e le polemiche di questi giorni. Dal Wisconsin è partita l’ennesima campagna di sensibilizzazione sul tema dei maltrattamenti degli animali ospitati negli allevamenti per la produzione di latticini e carne, in America e non solo.

Oltre alle proteste sul web e sui media nazionali, non sono mancate severe prese di posizione da parte di illustri personalità provenienti dal mondo accademico e scientifico, come i professori della Colorado University Terry Engle, Bernard Rollin e William Wailes, indignati per i “terribili abusi” commessi dal personale dell’azienda di Gree Bay sulle bestie allevate. Il reportage ripreso da Usa Today ha anche portato la multinazionale Nestlè a terminare la collaborazione con la W. Brothers Farm, fino ad oggi fornitrice di prodotti per la Faremost e la Di Giorno.

Resta in realtà da chiedersi se questo sia semplicemente un caso isolato, oppure se certe pratiche violente e disumane costituiscano qualcosa di simile ad una regola comune a tanti più o meno “moderni” allevamenti.

Guarda il video shock delle violenze sugli animali alla Wiese Brothers Farm

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017