Excite

Tsunami Indonesia, almeno 272 i morti e 412 i dispersi

Sono almeno 272 i morti e 412 i dispersi dello tsunami che si è verificato al largo di Sumatra, nell'ovest dell'Indonesia. E alla tragedia si è aggiunta altra tragedia. Dopo il sisma di lunedì che ha fatto innalzare un muro d'acqua alto tre metri, ieri il vulcano Merapi, sull'isola di Giava, il più attivo dei 76 dell'arcipelago asiatico, ha eruttato causando la morte di altre persone. Un portavoce dell'ospedale Sardjito di Yogyakarta ha riferito che 28 persone sono morte a causa delle ondate di calore emesse dal vulcano e che alcune hanno riportano ustioni che le rendono irriconoscibili.

Nel giro di 24 ore l'Indonesia è stata piegata da un terremoto, uno tsunami e un'eruzione. Il sisma di magnitudo 7,7 ha provocato un maremoto che ha distrutto case e collegamenti e ha spazzato via interi villaggi sulle isole Mentawai. Il responsabile della Protezione civile per Sumatra ovest, Harmensyah, ha detto: 'Molti hanno perso le case e ora hanno bisogno di molto aiuto e assistenza'.

A rendere ancora più difficile la situazione nel Paese ci si è messo poi il vulcano Merapi. Oltre 29 abitanti dei villaggi vicini sono stati trasferiti in rifugi temporanei. In seguito a questi tragici eventi il presidente indonesiano Susilo Bambang Yudhoyono ha lasciato Hanoi, dove era arrivato per partecipare al vertice dell'Asean, ed è rientrato in patria.

Come si legge sulla Reuters, il più importante vulcanologo indonesiano, Surono, ha spiegato che al momento il Merapi è 'abbastanza calmo'. Il vulcanologo ha affermato: ' Non ci sono segnali di un'altra imminente eruzione ma non posso garantire nulla e non sappiamo se si tratti solo di una pausa temporanea. Ho consigliato alle autorità di proseguire le evacuazioni. C'è ancora il livello di massima allerta'.

Ancora è vivo l'incubo dello tsunami che ha colpito l'Indonesia nel 2004 e ora il Paese si trova ad affrontare un'altra grave emergenza. In queste ore la Caritas italiana e tante Ong si stanno attivando per aiutare le popolazioni duramente colpite.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017