Excite

Tubercolosi a Roma, i vertici del Gemelli sotto indagine

  • LaPresse

La procura di Roma ha indagato i vertici del Policlinico Gemelli per epidemia colposa e per omissione d'atti d'ufficio in relazione ai mancati controlli. Il caso Tbc al Gemelli si aggrava di giorno in giorno. In totale, ad oggi, sono 122 i neonati risultati positivi al test e migliaia le famiglie coinvolte.

Adesso, dopo due settimane di indagini, i magistrati hanno deciso di far sentire la propria voce. A quanto pare ora a rischio imputazione ci sono alcuni dirigenti del Policlinico che, secondo l'accusa, non avrebbero svolto un adeguato ruolo di controllo per evitare il diffondersi del bacillo di Koch nel reparto di neonatologia.

La procura non ha solamente iscritto nel registro degli indagati i vertici del Policlinico Gemelli, ha anche chiesto una perizia per stabilire se si tratti di un'epidemia anche solo per l'avvenuto contatto con il bacillo e senza che la malattia vera e propria si sia sviluppata.

Fino ad oggi una sola bambina è risultata malata di tubercolosi, gli altri bambini sono solo risultati positivi al test e stanno seguendo una profilassi. Sulla piccola risultata malata di tubercolosi oltre alla terapia vengono effettuati controlli per raffrontare il ceppo della Tbc con quello sviluppato dall'infermiera del reparto di Neonatologia dalla quale sarebbe partito il contagio. L'infermiera ha scoperto di essere affetta da tubercolosi polmonare lo scorso 28 luglio, ma già nel 2004 era risultata positiva ai test.

Nel frattempo Confconsumatori è pronta a costituirsi parte civile. Il presidente regionale di Confconsumatori Lazio Barbara D'Agostino ha sottolineato la necessità di accertamenti urgenti che possano fare chiarezza sulle eventuali responsabilità in merito ai controlli e ha annunciato che l'associazione sarà a disposizione di chiunque volessero costituirsi parte civile nel procedimento penale contro i responsabili dei reati che saranno accertati, fornendo assistenza e consulenza legale. L'associazione ha fatto sapere: 'Alla luce dei recenti eventi che hanno riguardato i piccoli nati al Policlinico Gemelli di Roma, Confconsumatori denuncia a viva voce la carenza di controlli che dovevano essere posti in essere dalle autorità competenti al fine di evitare prima il verificarsi della vicenda e l'aggravarsi poi della stessa, dovuto al protrarsi nel tempo delle omissioni operate nei dovuti controlli'.

E il Codacons ha annucniato per domani una conferenza stampa in cui verrà detta 'tutta la verità sullo scandalo sanitario più grave degli ultimi 20 anni'. L'associazione ha invitato i genitori dei bambini che sono risultati positivi ai test o hanno rischiato di essere contagiati, insieme al Presidente della Regione Lazio Renata Polverini, l'On. Giulia Bongiorno, l'On. Ignazio Marino e i componenti della Commissione parlamentare di inchiesta sull'efficacia e l'efficienza del Servizio Sanitario Nazionale.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017