Excite

Tunisia, attentati in due resort a Sousse: 37 vittime

  • Twitter @corriere.it

La Tunisia sconvolta da un attentato portato a termine da un commando che ha attaccato la spiaggia di due resort della località turistica di Sousse, a 140 km dalla capitale Tunisi, affollata di turisti, in gran parte europei ed americani. I resort che hanno subito l'attacco sono il Riu Imperial Marhaba ed il Port el Kantaou.

37 le vittime. La Farnesina sta verificando la eventuale presenza di italiani a Sousse, località frequentata tantissimo da turisti provenienti dal vecchio continente.

Tunisia, attacco al museo del Bardo

Le autorità locali riferiscono che l'attentato è stato condotto da almeno due uomini armati di kalashnikov che hanno fuoco sulla spiaggia. Uno dei due è stato ucciso dalla polizia, l'altro è riuscito a mettersi in fuga.

Sousse, le immagini dell'attentato

Nel momento in cui scriviamo, ancora nessuno ha rivendicato l'attentato. Nei giorni scorsi, però, l'Isis aveva invitato ad incrementare gli attentati nel corso del Ramadan.

La notizia dell'attentato sulle spiagge di Sousse ha raggiunto Matteo Renzi mentre il premier si trovava a Bruxelles in occasione del consiglio europeo. Il capo del governo ha espresso "dolore e vicinanza al popolo tunisino", peraltro con ancora negli occhi le terrificanti immagini dell'attentato al museo del Bardo.

L'ATTENTATO IN FRANCIA - L'attentato potrebbe avere una connessione con quanto accaduto, più o meno nelle stesse ore, in Francia, dove, nei pressi di una fabbrica di gas a Saint-Quentin-Fallavier, poco lontano da Lione, è stato ritrovato il cadavere di un uomo decapitato.

Attentato in Francia, ritrovato cadavere decapitato

Accanto al cadavere c'era una bandiera dell'Isis, la testa (infilzata nella recinzione della fabbrica), era coperta di scritte in arabo. La vittima era un dipendente di una società di trasporti e stava effettuando una consegna.

"L'intenzione dei terroristi era quella di far saltare la fabbrica in aria", ha dichiarato Hollande. Gli attentatori sarebbero due, uno dei quali è stato fermato: si tratta del 35enne Yassin Saleh. La fabbrica è classificata come 'Seveso' in quanto produttrice di materiale pericoloso.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017