Excite

Turista violentata da due poliziotti, scandalo nel prestigioso commissariato di Maigret

  • Wikipedia

di Simone Rausi

Abbordata in un pub e poi violentata da due poliziotti proprio all’interno di un commissariato. Anzi, IL commissariato se considerate che parliamo del celebre Quai des Orfèvres, austero edificio ottocentesco affacciato sulla Senna e a due passi da Notre Dame che avrebbe ispirato sceneggiatori, scrittori e registi. Qui, ad esempio, Georges Simenon ambientava le indagini del celeberrimo Maigret. Fatto sta che, al momento la location sarebbe stata infangata da uno scandalo dai contorni ancora poco chiari.

Ucciso dalla polizia il bodyguard dei vip, da Mandela a Lady Gaga

Sotto accusa ci sarebbero un commissario e tre agenti di polizia. Secondo le prime ricostruzioni due agenti avrebbero abbordato una turista canadese all’interno di un pub irlandese di Parigi. La donna, ubriaca, avrebbe poi seguito i due agenti all’interno del commissariato perché uno dei due doveva recuperare un mazzo di chiavi. È proprio all’interno dell’edificio che i due incontrano gli altri due poliziotti indagati…

A questo punto diventa difficile fare chiarezza nei fatti considerato il resoconto confuso della donna. Secondo quanto detto dalla turista due agenti l’avrebbero violentata. La canadese avrebbe passato la notte negli uffici al piano di sopra e, al mattino, sarebbe fuggita via dal commissariato scalza e spettinata. La denuncia è già stata inoltrata all’Igpn, l’ispettoratorato generale della polizia nazionale, che ha disposto il fermo dei quattro e l’avvio delle indagini. Si è pronunciato anche il ministro dell’interno francese che ha promesso severissime sanzioni nel caso in cui la vicenda venisse confermata.

È un momento difficile per tutti gli agenti del 36 Quai des Orfèvres, qualunque sia l’esito della vicenda” racconta un poliziotto dello storico commissariato. Al momento pare che i colleghi si siano pronunciati in favore dei quattro indagati bollando l’intera vicenda come “profondamente ingiusta”. Si tratta, in ogni caso, di infamanti accuse soprattutto se si considera il prestigio del commissariato in cui si sarebbero svolti i fatti. Comunemente definito il “36” da tutti i parigini, la struttura ha un profondo legame affettivo con la città. Basti pensare che proprio lo scorso anno sono stati festeggiati i primi 100 anni di attività con un esclusivo francobollo commemorativo delle poste.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017