Excite

Udine, uomo ucciso da due ragazzine: "Voleva violentarci"

  • YouTube

Si tinge di giallo la vicenda dell'uomo rinvenuto cadavere ieri pomeriggio in un campo alla periferia di Udine. Due ragazzine di 15 anni si sono infatti accusate della morte di Mirco Sacher, questo il nome della vittima, un sessantesettenne dipendente delle Ferrovie dello Stato in pensione, amico delle famiglie delle adolescenti.

Stando alla deposizione rilasciata spontaneamente dalle quindicenni, dopo aver trascorso insieme la notte tra sabato e domenica a casa di una delle due, le amiche avrebbero chiamato Sacher per chiedergli di portarle a fare un giro in centro. L'uomo avrebbe acconsentito, ma a un certo punto avrebbe tentato di violentarle, scatenando la loro reazione. Spaventate, le due avrebbero preso la macchina dell'ex ferroviere e guidato in autostrada fino a una stazione di servizio vicino a Padova, da dove - sempre secondo la ricostruzione fatta al sostituto procuratore dei minori di Trieste, Chiara Degrassi - avrebbero chiamato alcuni amici di Pordenone per farsi andare a prendere. Questi ultimi, venuti a conoscenza della storia, avrebbero convinto le amiche ad andare dai carabinieri a raccontare tutto.

Insomma, una deposizione piena di condizionali che infatti non convince gli inquirenti. "Bisogna valutare ancora tutti gli elementi della vicenda. Nulla esclude che vi siano coinvolgimenti di maggiorenni, quindi prima di spogliarci degli atti faremo ulteriori accertamenti", ha dichiarato in tal senso il procuratore capo di Udine, Antonio Biancardi, spiegando che sulla morte di Mirco Sacher verrà aperto un fascicolo a carico di ignoti.

Oltre all'avventurosa ricostruzione delle due amiche, a lasciare perplessi gli investigatori è il fatto che dal momento ipotetico della morte dell'uomo alla registrazione della targa della sua utilitaria al casello di Udine Sud sono passate due ore: dove sono state (e con chi) le ragazzine per tutto quel tempo? Senza contare che le quindicenni hanno detto di aver strangolato Sacher, mentre sul suo corpo - trovato riverso, con i pantaloni abbassati - non sono presenti segni evidenti di violenza. Come spiegato da fonti vicine agli inquirenti, "la morte potrebbe anche essere stata non provocata", ovvero "potrebbe essere avvenuta per una improvvisa caduta o anche per un arresto cardiocircolatorio".

A segnalare il cadavere di Sacher è stato un passante, in giro con il cane, e grazie alla sua deposizione e a quella di un altro testimone gli investigatori sono riusciti a definire la finestra temporale entro la quale è avvenuto il decesso: tra le 14.45 e le 15.30. Un primo passo in avanti per scoprire che cosa è realmente accaduto, perché al momento nessuno sembra credere alla storia delle due amiche. Almeno non così com'è stata raccontata.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017