Excite

Ultimo rinoceronte femmina ucciso in Suadfrica

Il corno di rinoceronte è tra i più ricercati al mondo, per questo il bracconaggio e il contrabbando illegale, di questa preziosa parte del corpo dell'animale, è sempre più diffuso e crea danni irreparabili. Pochi giorni fa è stata uccisa, a nove anni, l'ultima femmina di rinoceronte bianco del Kruger Park, riserva naturale vicino a Johannesburg, in Sudafrica.

Il parco protetto è stato violato e non è la prima volta che gli animali vengono addormentati e trasportati con un elicottero in altre zone per poi morire dissanguati. Una vera e propria mattanza che porta questi animali al rischio estinzione, sono solo 18.000 nel continente nero rispetto ai 65.000 del 1970.

Solo quest'anno sono stati abbattuti brutalmente 136 esemplari di rinoceronti in Sudafrica. Il contrabbando illegale interessa soprattutto paesi come Cina o Vietnam, dove il corno di rinoceronte è considerato di grande valore medicinale, si usa, infatti, per curare la febbre e altre malattie come l'epilessia e la malaria. Altri lo utilizzano come ornamento per dimostrare uno status sociale elevato.

Secondo Davide Bomben, presidente dell’AIEA (Associazione italiana esperti d’Africa), i corni possono raggiungere il peso record di 10 kg e propone dei microchip sui corni così da poter intercettati i bracconieri. Wanda Mkutshulwa, portavoce dei parchi nazionali del Sudafrica, invece, spiega: 'Abbiamo a che fare con professionisti del crimine. La polizia ci dovrebbe aiutare perché noi non abbiamo alcuna possibilità di battere queste organizzazioni. Negli ultimi anni il Kruger Park, che ogni anno è visitato da 200.000 turisti, ha subito un'autentica mattanza di rinoceronti. I bracconieri usano un vicino aeroporto privato per far partire i loro blitz'.

Foto: wwf.it

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017