Excite

Unesco: "Il Tango argentino? Un bene culturale immateriale"

Il celebre Tango argentino, ballo di passione ed eleganza, è stato inserito dall'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura (Unesco) nel patrimonio dell'Umanità e dichiarato "un bene culturale immateriale". La decisione è arrivata nel corso di un meeting che si è svolto ad Abu Dhabi e che ha visto coinvolti ben 400 esperti il cui compito è stato quello di compilare una lista di arti e tradizioni da salvaguardare.

Così la proposta avanzata da Argentina ed Uruguay, Paesi dove il tango si è diffuso, è stata accettata. Su un totale di 111, sono state 76 le candidature, presentate da 35 Paesi, selezionate dal Comitato intergovernativo per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale dell'Unesco.

L'Unesco ha annunciato l'inserimento del ballo nel patrimonio dell'Umanità perché si tratta di un "bene culrurale immateriale" e perché "personifica sia la diversità culturale, sia il dialogo. Rappresenta l'essenza di una comunità e pertanto merita di essere salvaguardato".

Il Tango è nato in Argentina intorno la seconda metà dell'Ottocento, ma forte è stato l'influsso della cultura italiana. Si può dire, infatti, che l'origine di questo ballo risalga in realtà ai primi del Novecento quando immigrati europei hanno cominciato ad affacciarsi lungo le sponde del Rio de la Plata, il fiume che divide Argentina ed Uruguay. Tra questi immigrati c'erano soprrattutto italiani, ma anche tedeschi e spagnoli, che con il tempo hanno mescolato la propria cultura con quella delle popolazioni locali.

Ecco dunque che il Tango è nato dall'unione di ritmi e melodie eseguite grazie a un particolare strumento, il bandoneón, una sorta di fisarmonica di legno. Nel tempo questo ballo dalla strada è arrivato nei salotti aristocratici e si è trasformato aderendo alla realtà contemporanea, grazie alla fusione con l'elettronica e il pop. Il Tango rimane un ballo di grande passione e sono sempre di più coloro che si cimentano in questa sensuale danza dalle radici profonde.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016