Excite

Università, al Sud tasse più basse

Secondo quanto emerso dal rapporto nazionale sugli atenei italiani della Federconsumatori, le tasse universitarie sono più costose al Nord rispetto al Sud, dove prendere la laurea è più economico. Lo studio in questione prende in esame cinque fasce di reddito-tipo e mostra il divario esistente tra le due aree d'Italia.

A quanto pare uno studente che appartiene alla fascia di reddito più bassa, fino a 6mila euro, spende il 13,31 in più per iscriversi in una facoltà del Nord. Per chi dichiara il massimo invece, la differenza arriva al 31,92 per cento.

Tra le università, con molti iscritti, la più cara è quella di Parma. Nell'ateneo la retta annua è di 865,52 euro per le facoltà scientifiche e di 740 per quelle umanistiche. Segue Milano, con rette che variano dai 685 ai 789 euro.

Per quanto riguarda, invece, gli atenei più economici emerge l'Università 'Aldo Moro' di Bari, dove si applica un criterio di merito per calcolare la retta dovuta. Qui, infatti, se uno studente dichiara un reddito minimo, ma ha una media bassa o è in ritardo con gli esami rispetto al piano di studi previsti per il suo corso di laurea, dovrà pagare tasse maggiori rispetto a un collega con lo stesso tenore di vita ma più diligente. Segue poi l'Università 'Alma Mater' di Bologna, dove gli studenti con un reddito inferiore ai 20mila euro pagano il 55 per cento in meno rispetto alla media nazionale.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017