Excite

Università di Palermo, 19enne muore dopo essere precipitato dal settimo piano

  • Getty Images

Dramma all'Università di Palermo, dove questo pomeriggio un diciannovenne si è lanciato da una finestra del settimo piano della facoltà di lettere. Il giovane, iscritto al primo anno del corso di Mediazione linguistica, stava ascoltando una lezione di inglese.

Un quarto d'ora dopo l'inizio della lezione, forse dopo aver ricevuto un messaggio o dopo aver letto uno status su Facebook secondo la testimonianza di alcuni colleghi, il ragazzo è uscito dall'aula ha scavalcato una finestra, ha appoggiato lo zaino sul davanzale e si è lanciato nel vuoto.

Università di Caserta, crolla il solaio: morto un operaio

Nello zaino non è stata trovata nessuna lettera d'addio. Studenti e professori sono sotto choc. La madre del giovane è arrivata in facoltà dove ha incontrato il Rettore, Fabrizio Micari.

'Sono profondamente sconvolto',ha dichiarato Micari 'Sia da Rettore che da padre di una coetanea del giovane che oggi è morto. E' terribile quanto accaduto'.

Il diciannovenne è stato descritto dai colleghi come un ragazzo 'dolce e sensibile. Avevamo appena iniziato a conoscerci. E' assurdo,non crediamo ancora a quel che è successo', raccontano.

Un altro giovane, sempre didiciannove anni, siè suicidato oggi a Ragusa. Il ragazzo si è gettato dalla finestra dels econdo piano dell'Istituto che frequentava.

Nel 2010, sempre alla facoltà di Lettere dell'Università degli Studi di Palermo, ci fu un altro suicidio, quello di Norman Zarcone. Il padre di Norman parlò allora di 'omicidio di Stato'. 'La libertà di pensare e anche la libertà di morire. Mi attende una nuova scoperta anche se non potrò commentarla', scrisse Norman

.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017