Excite

Università, la grana del numero chiuso

"Ogni limitazione del numero degli accessi è contraria al diritto allo studio garantito dall’articolo 34 della Costituzione. A meno che non si rispettino le fattispecie indicate dalla legge". Lo ha scritto Fabio Mussi, Ministro dell’Università e della Ricerca, in una lettera spedita ai rettori degli atenei italiani.

Una legge, ed è proprio questo il punto, talmente vaga da estendere il numero chiuso alle più diverse facoltà: i corsi a selezione sono passati dai 242 del 2001 ai 1060 nel 2006, con un aumento del 330 per cento. Un fenomeno che ha scaturito clamorose iniziative, come "Divieto d’accesso", l’iniziativa di Unione Universitari che ha portato l’ateneo di Parma ad abolire il numero programmato in 24 corsi.

Come se non bastasse, cresce l’ allarme per ciò che riguarda il post-laurea, sconfortanti i dati che vengono fuori dal rapporto Almalaurea.
Cala l’occupazione ad un anno dalla laurea (meno 5 per cento negli ultimi cinque anni).
Diminuisce il lavoro stabile (meno 8 per cento). E sono circa 1300 gli euro di stipendio per chi è laureato da oltre cinque anni.
Questi sono i dati per i più fortunati.

Gli altri fanno parte di quel 13 per cento che dopo un lustro ancora non ha un lavoro.
Inutile cercare di consolarsi guardando in basso: nella classifica europea degli occupati a cinque anni dalla laurea, l’Italia è ultima.

Intanto prende forma l’Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca (Anvur) che promette di riportare trasparenza nel mondo universitario. Ieri il consiglio dei ministri ha dato il via libera al decreto presidenziale e con questa novità, associata al nuovo regolamento per i concorsi da ricercatore (ancora da varare), per il ministro Fabio Mussi ci saranno "due belle pietre miliari poste a base della costruzione di un progetto di rinnovamento dell’università e della ricerca italiana".
Obiettivo: promuovere la qualità del sistema italiano valutando il lavoro dei singoli atenei secondo criteri internazionali.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016