Excite

Usa, 6 anni per terrorismo a una donna che ha tentato di uccidere l'amante del marito

Il suo nome è Carol Anne Bend e ricorrendo a sostanze chimiche venefiche, il cui uso è vietato dalle leggi federali antiterrorismo, ha tentato di uccidere l'amante del marito. La donna ora è stata condannata a sei anni di carcere per terrorismo. Il giudice federale, davanti al quale è finita la donna, ha ritenuto che le leggi si applicassero anche a lei. L'essere ricorsa a quel particolare tipo di sostanze l'ha portata a dover rispondere alle nuove leggi federali, secondo cui chi adopera sostanze chimiche commette appunto un atto di terrorismo.

E' nel 2007 che Carol Anne Bend, di Lansdale nella Pennsylvania, ha appreso della relazione clandestina del marito Clifford con Myrlina Haynes. I due avevano avuto un bambino. Non riuscendo così a far interrompere la relazione, la donna ha deciso di impossessarsi delle sostanze venefiche, che uccidono solo se ingerite, e, entrata nella casa della Haynes, le ha cosparse sulle maniglie delle porte, in cucina e all'interno dell'automobile. Myrlina Haynes, se ne è accorta e ha chiamato la polizia. Carol Anne Bend ha quindi confessato il suo tentativo di omicidio.

La Procura ha ora deciso di incriminare Carol Anne Bend con l'accusa di terrorismo. Gli avvocati difensori hanno chiesto alla Corte suprema di annullare il processo federale e di far processare la Bend da un tribunale ordinario della Pennsylvania, dove riceverebbe una condanna minore. Secondo i difensori si tratta di un errore giudiziario e anche di un pericoloso precedente e hanno sostenuto che non si può qualificare una persona come terrorista perché si serve di sostanze chimiche per un crimine che non ha nulla a che vedere con il terrorismo.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017