Excite

Usa, in aumento i baby fumatori per colpa dei film

Dagli Stati Uniti arriva un nuovo allarme, il vizio del fumo dilaga sempre più tra i giovanissimi per colpa dei film. Secondo uno studio americano i ragazzini di 11-12 anni che assistono a pellicole vietate ai minori di 17 anni se non accompagnati da un adulto, i cosiddetti "R-rated", rischiano di diventare dei veri e propri baby fumatori.

L'autore della ricerca pubblicata sull'American Journal of Preventive Medicine, Chyke Doubeni, dell'University of Massachusetts Medical School, ha detto: "Non sappiamo il perché. Forse la questione ha a che fare con lo stile educativo dei genitori, permissivo rispetto ad attività che non sono appropriate all'età dei figli. Oppure può essere il frutto di tutte le scene di fumo presenti nei film 'R-rated'".

L'autorizzazione da parte dei genitori di guardare questo genere di film e avere un amico con il vizio del fumo sono due fattori determinanti. Il ricercatore Joseph Di Franza ha affermato: "I genitori devono essere attenti ai film che guardano i loro figli. E questo studio evidenzia un'altra ragione per non permettere ai bambini di vedere pellicole inappropriate rispetto alla loro età".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016