Excite

Usa, niente più figli in cambio della libertà vigilata

Fa discutere la decisione di un giudice della Contea di Trasis, in Texas, che ha disposto la libertà vigilata di una ragazza 20enne, condannata a 10 anni di carcere per non aver prestato le cure necessarie a sua figlia, in cambio della promessa di non mettere al mondo più figli.

Il giudice in questione è Charlie Baird e la madre inadempiente Felicia Salazar, che pur di non essere rinchiusa in carcere ha scelto di accettare l'offerta del giudice Baird.

La notizia ha diviso l'opinione pubblica americana. C'è chi, infatti, trova giusta la decisione del giudice e chi, invece, la reputa incostituzionale. A sollevare aspre critiche anche il Wall Street Journal, che si è chiesto se un giudice può arrivare addirittura a impedire a una donna di avere figli.

Ma il giudice Baird non è sembrato affatto toccato dalle polemiche sollevatesi dopo la sua "offerta" e ha sottolineato che la legge texana dà ai giudici pieni poteri, tali da stabilire le giuste condizioni da proporre ai detenuti in cambio della libertà vigilata.

Secondo Douglas Laycock, professore di diritto costituzionale all'Università del Michigan, tuttavia, si tratta probabilmente di una richiesta incostituzionale. "Lo Stato raramente vieta alle persone di fare figli e poi non vi sono dubbi che sia un diritto costituzionale quello di avere una prole. Dubito che la condanna per ferite e maltrattamenti ai danni di un bambino possa cancellare questo diritto" ha detto Laycock. A quanto pare, però, esiste un precedente. In passato anche a un uomo del Wisconsin, condannato per non aver provveduto al mantenimento del figlio, è stata offerta la libertà vigilata in cambio della promessa di non avere altri figli.

Il caso di Felicia Salazar è venuto alla luce l'anno scorso quando il marito 25enne, Roberto Alvarado, ha cominciato a maltrattare la bambina. Non appena sono state scoperte le violenze, il tribunale della contea di Trasis ha subito tolto l'affidamento della bimba alla coppia. Alvarado poi è stato condannato a 15 anni di carcere e Felicia a 10 anni.

Ma vista la giovane età e un passato privo di problemi giudiziari, alla Salazar il giudice Baird ha deciso di offrire la libertà vigilata in cambio di 100 ore di lavoro nei servizi sociali, periodiche perizie psichiatriche e l'assicurazione di non procreare più.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016