Excite

Usa, Whirlpool chiude a Evansville. La cittadina rimane senza lavoro

La città di Evansville, nell'Indiana, vede chiudere un'importante fabbrica, quella della Whirlpool. La compagnia Usa Whirlpool ha deciso di chiudere lo stabilimento e di trasferirlo in Messico dove il costo del lavoro è meno caro. Non si tratta solo della chiusura di un polo industriale, ma anche di una città. Dal 1956, infatti, ossia da quando la fabbrica è stata aperta, lo stabilimento ha dato sostegno e lavoro all'intera cittadina.

Gli abitanti di Evansville sono disperati, si chiedono adesso come faranno a sopravvivere. Ma per i dirigenti della Whirlpool la fabbrica era diventata 'assolutamente non competitiva dal punto di vista dei costi'.

Con la chiusura dello stabilimento industriale la cittadina dell'Indiana non ha più fabbriche. Oltre mille persone vanno così a perdere il posto di lavoro che ha visto impiegati nella fabbrica che produceva frigoriferi un'intera generazione. In molti accusano l'azienda per la decisione adottata e c'è chi attacca le amministrazioni Usa per l'accordo NAFTA, il quale elimina i dazi commerciali per i paesi confinanti come il Messico e il Canada.

Foto: blogs.reuters.com

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017